Una pagina Facebook è, agli occhi dello spider dei motori di ricerca, una pagina web a tutti gli effetti. Ciò significa che, come una normale pagina web, è soggetta alle logiche di indicizzazione da parte di Google e che può essere ottimizzata in modo da favorirne il posizionamento sulle SERP di ricerca. Ecco le tecniche di base per realizzare una buona ottimizzazione SEO su una pagina Facebook.

Alcune tecniche sono del tutto simili a quelle utilizzate da ogni agenzia SEO Milano, Roma, ecc. per il posizionamento di siti web, altre richiedono un approccio un po’ diverso: esistono ancora delle restrizioni riguardo a ciò che Google può e non può indicizzare.

Ottimizzare il titolo di pagina

Il primo step è quello del nome della pagina. Il consiglio, trattandosi di una pagina che dovrà ‘rendere’ all’interno di una piattaforma ludica e di intrattenimento qual è Facebook, è di scegliere un titolo che si prima di tutto ben pensato dal punto di vista comunicativo. Inserire una keyword ritenuta performante, però, non può che giovare sotto il profilo SEO. Se la pagina che volete indicizzare è un’attività commerciale risulterà molto più semplice inserire all’interno del titolo sia il proprio brand e sia il tipo di attività svolta, che farà da parola chiave della pagina. Per una pizzeria, ad esempio, risulta abbastanza facile scegliere un nome come “Pizzeria Luigino – pizza a domicilio a Roma”.

L’inserimento della keyword principale all’interno del titolo permette alla stessa di apparire anche nell’URL, altro elemento che apporta benefici lato SEO se ben ottimizzato. In ogni caso, una volta raggiunti 25 fan (basta coinvolgere parenti e amici più stretti) potrete modificare la vostra URL e ottimizzarla per come lo riterrete più opportuno.

La descrizione

La descrizione della pagina è uno dei primi elementi processati dallo spider e, perciò, deve essere ottimizzata al meglio. La descrizione deve essere completa ed esaustiva, scritta in maniera precisa e dettagliata per incuriosire l’utente, e contenere le giuste parole chiave per il motore di ricerca. Un campo da sfruttare al meglio sotto tutti i punti di vista.

I post

Il post è il contenuto che fa davvero la differenza. L’ottimizzazione dei post passa per un efficiente utilizzo delle keyword, da inserire il più possibile a inizio della frase per integrare al meglio il contenuto che avete deciso di condividere. Ogni post è una potenziale fonte di traffico e può permettere – anche grazie ai commenti degli utenti – un miglior posizionamento della pagina.

Le immagini

Anche le immagini sono un elemento da non trascurare. Prima di caricare il file nella pagina, è opportuno modificare il nome del file, inserendo la keyword più adatta. Allo stesso modo, va ottimizzata la didascalia, inserendo anche un link che rimandi al proprio sito web o a una sezione specifica in grado di portare conversioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*
Website