Oggi giorno, quando ci si sveglia al mattino, una delle prime cose che facciamo è sicuramente quella di prendere in mano il nostro smartphone per verificare quali notifiche ci sono pervenute sul nostro dispositivo durante la notte.
Le notifiche, che non sono altro che delle breaking inerenti a ciò che abbiamo installato nel cellulare, ci informano per sommi capi di un determinato argomento specifico. I programmi che ne fanno uso, comunque, sono più genericamente ridefiniti come ‘app’ abbreviazione che riduce la parola applicazioni.
Ma cosa sono queste app delle quali non possiamo più farne a meno? Le utilizziamo effettivamente tutti? E come si installano nel nostro dispositivo?
Un passo per volta: innanzitutto è giusto chiarire cosa sia una app. In genere con questo termine si indica un programma, quindi un software, che viene installato su un dispositivo (in questo caso il nostro smartphone) e permette di avere determinate funzionalità. L’esempio più lampante è quello di Facebook: un app dal successo intercontinentale che domina incontrastato all’interno di ogni dispositivo.

Le app: dallo store o dal browser?

Per potere installare un app all’interno di un dispositivo ci vuole veramente poco: di base basta aprire lo store dal nostro smartphone (necessaria ovviamente la connessione internet), eseguire il download e l’installazione partirà in modo semplice ed automatico.
Di app ce ne sono migliaia: ci sono quelle inerenti ai social (Instagram, Facebook, Twitter, ecc), ci sono quelle che trattano tematiche sportive (vedi Sportmediaset e Skysport), ci sono quelle che si occupano di previsioni meteo e di migliorare l’aspetto del cellulare. Insomma chi più ne ha più ne metta.
E se volessimo, nel nostro piccolo, creare un app da diffondere gratuitamente agli altri utenti? Se si hanno le capacità bene, viceversa un consiglio che possiamo darvi è quello di affidarvi ad una web agency a Roma (vedi Elamedia) per avere un supporto a 360° nella realizzazione del nostro progetto.

E poi ci sono i furbi…

Ovviamente non tutte le app sono gratuite. E a tal proposito è possibile scaricare il file di installazione direttamente dal browser: il procedimento è semplice basta infatti aprire Google (va bene qualsiasi motore di ricerca), scrivere il nome del programma che cerchiamo seguito dalla parola .apk e saremo rimandati a migliaia di link che ci offrono la possibilità di eseguire il download gratuito di quello che cerchiamo.
Ovviamente in questi casi i programmi non sono sicurissimi pertanto il rischio di incappare in qualche virus cresce in modo esponenziale…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*
Website